Annunci
Food & Wine ricette

Guarda che Luna… e che cioccolata!

Bene, so che tutto questo c’entra poco con la Puglia, e so anche che sarà facile pensare a una pubblicità occulta da parte nostra. Invece così non è: è una pubblicità palese!

luna leros

Nel senso che la notizia di cui sotto, che ricevo da un collega che si occupa del relativo ufficio stampa e che sono lieta di trattare visto il generale clima di entusiasmo per i cinquant’anni dall’allunaggio, attiene a due cose che amo alla follia: la mia adorata Luna in primis – non per niente sono ascendente cuspide Gemelli-Cancro con tutta la prima casa in Cancro, appunto: posso stare ore a guardarla, sospirando come un pastore errante dell’Asia (a proposito, pure Leopardi era Cancro) – e poi la cioccolata Perugina. Della quale penso sia la migliore del mondo, e lo penso da sempre: il dio delle maniglie dell’amore e quello del reflusso gastro-esofageo, entrambi parenti del dio dell’allergia al nichel, mi sono testimoni, e mi fulmineranno se sto dicendo il falso (tanto lo faranno in ogni caso la mia dietologa e il mio immunologo).

Ciance a parte, non poteva mancare al clima di generale celebrazione del cinquantesimo dello sbarco sulla Luna un omaggio anche gourmet all’anniversario, perché l’allunaggio è stato oggettivamente un evento epocale che ha tenuto incollati agli schermi tv oltre 900 milioni di persone, di cui 20 di italiani.

Era il 20 luglio del 1969:  “Un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per l’umanità”, fu la frase pronunciata dal comandante dell’Apollo 11, Neil Alden Armstrong, appena sceso dalla scaletta della sua navicella per realizzare la più grande impresa scientifica di tutti i tempi, che sembrò  aver posto fine agli attriti  tra America e Urss e fu celebrata negli anni seguenti dalla biografia “First Man: The Life of Neil A. Armstrong” di James Hansen e dal film “First Man” del 2018, vincitore del Premio Oscar 2019 per i Migliori effetti speciali.

Un evento storico indelebile, capace ancora oggi di ispirare l’estro creativo dei grandi Maestri della Scuola del Cioccolato Perugina, e in particolare del maestro Alberto Farinelli, i quali hanno creato la Cioccoluna, speciale torta-mousse realizzata con Perugina Granblocco fondente extra e Perugina Granblocco latte e doppio strato di mousse ai due cioccolati, fondente e al latte, all’interno, alternati da due soffici dischi di pan di spagna al cacao. Oltre i caratteristici crateri, la speciale “torta lunare” riproduce anche l’impronta dell’astronauta Neil Armstrong, segno imperituro del passaggio del primo uomo in quel lontano 1969, e una bandierina di cioccolato per ricordare quella a stelle e strisce della missione americana andata a buon fine il 21 luglio di 50 anni fa.

E siccome alla Perugina sono buoni, ma molto buoni (come il loro cioccolato, evidentemente), ecco qui pure la ricetta: siete capaci di farla a casa? Beati voi!

luna cioccolata cioccoluna perugina leros

LA RICETTA – CIOCCOLUNA – Torta-mousse ai due cioccolati

INGREDIENTI

Per il pan di spagna al cacao

n 4 uova

g 120 zucchero di canna

g 80 farina tipo 2

g 30 Perugina cacao amaro

g 30 farina di mandorle

Per la pàte à bombe (base per la mousse):

g 40 acqua

g 110 zucchero semolato

g 140 tuorli

Per la mousse cioccolato fondente:

g 200 Perugina Granblocco fondente extra 50%

g 340 panna fresca

g 130 pàte à bombe

n 2 fogli di gelatina

Per la mousse cioccolato latte:

g 250 Perugina Granblocco latte 30%

g 340 panna fresca

g 130 pàte à bombe

n 2 fogli di gelatina

Per il cioccolato di copertura effetto velluto:

g 100 Perugina Granblocco fondente extra 50%

g 100 burro di cacao

oppure

Perugina cacao amaro

PROCEDIMENTO

Per il pan di spagna:

Montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere una massa ben areata, poi aggiungete la farina tipo 2, la farina di mandorle e il cacao setacciati insieme e amalgamate il tutto mescolando delicatamente.

Ricoprite la teglia con carta da forno, versate l’impasto livellandolo con una spatola per ottenere uno strato alto circa 1 cm e cuocete in forno già caldo a 200° per 8-10 minuti. Tirate fuori e lasciate raffreddare.

Per la pàte à bombe (base per la mousse con uova pastorizzate):

In un pentolino versate l’acqua e lo zucchero e portate fino a 121°C verificando con il termometro. Nel frattempo montate i tuorli con le fruste e non appena lo zucchero raggiunge 121°C versatelo a filo sui tuorli montati continuando a girare a velocità media fino a leggero raffreddamento.

Per la mousse al cioccolato fondente:

Ammorbidite i fogli di gelatina in acqua fredda per 10 minuti. Nel frattempo scaldate fino a leggero bollore 140 g di panna fresca, aggiungete la gelatina strizzata e poi il Perugina Granblocco 50% precedentemente sminuzzato, mescolate fino a completo scioglimento del cioccolato ed infine incorporare delicatamente 130 g di paté à bombe.

Montate con una frusta elettrica la panna fresca rimanente (200 g), quando semi montata aggiungetela al composto e con una spatola mescolate delicatamente.

 

Preparazione mousse al cioccolato al latte:

Ripetete le stesse operazioni per la preparazione della mousse al cioccolato fondente.

Composizione della torta-mousse ai 2 cioccolati:

Prendete uno stampo in silicone del diametro di 22 cm e versateci una delle due mousse a vostra scelta fino a metà dell’altezza.

Tagliate un disco di pan di spagna della misura poco inferiore del diametro dello stampo, bagnate leggermente con succo di frutta o bagna e adagiatelo sopra la prima mousse.

Versate ora la seconda mousse fino a raggiungere il bordo dello stampo e coprite con un altro disco di pan di spagna dello stesso diametro della torta. Ponete in congelatore per almeno 12 ore.

Una volta congelata, togliete dallo stampo e rifinite con la copertura di cioccolato effetto velluto. La torta mousse va conservata in frigorifero e gustata a 4°-10° C.

cioccolata luna leros

Preparazione del cioccolato di copertura effetto vellutato:

Per una copertura professionale effetto velluto, sciogliete il cioccolato con il burro di cacao e temperare portando a 31°, utilizzate con l’aerografo o pistola ad aria compressa sulla superfice quando la torta è ancora molto fredda.

Per un’alternativa meno regolare ma più pratica, procedete spolverando Perugina Cacao Amaro setacciato con un colino.

Consigli del maestro

Per ottenere una panna ben montata, tenetela in congelatore per 10 minuti prima del suo utilizzo.

Per una buona riuscita della pàte à bombe, che dona maggior leggerezza alla mousse, si consiglia il rispetto della temperatura indicata e la velocità media della montatura, considerando che i fili della frusta più sono sottili più incorporano aria.

Annunci

0 commenti su “Guarda che Luna… e che cioccolata!

Dicci la tua!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: